No, Monsanto is not spreading a bacterial plague in Italy or developing GM olive trees / Dietro alla Xylella non c’è Monsanto

The latest ridiculous rumor making the rounds in Italy is that Monsanto is spreading a nasty bacterium (Xylella fastidiosa) that is plaguing Italy’s olive farmers in order to sell them genetically modified (GM) olive trees that are resistant to the bacterium.

Folks, we hear a lot of ridiculous myths about Monsanto every day, but this is the single most ridiculous thing that we’ve heard in years. It is pure propaganda that seems intended to demonize all agrochemicals. Shame on anyone who is spreading such lies and propaganda!

The facts:

1) Monsanto is not developing GM olive trees.

2) In fact we don’t sell olive trees (or seeds) at all. Our business in Europe is focused on non-GM maize, oilseed rape, vegetables and crop protection products and we have no intention of seeking authorisation to sell any new GM plants in Europe anytime soon.

3) We don’t even have any crop protection products in our portfolio which target Xylella fastidiosa.

In short, there is no plausible reason whatsoever that Monsanto, whose products exist to help farmers, would do anything to cause problems for Italian olive tree farmers.

The plague affecting Italian farmers’ olive groves is terrible and tragic. Some farmers are cutting down trees that are 1,000 years old to try to stop the spread of the bacterium. It adds insult to injury when people spread lies and rumors that distract people from the necessity to find real solutions to farmers’ problems.

The Monsanto Pledge

April 23, 2015 update: This story has since seen a lot of Italian media coverage, most of it ridiculing the conspiracy theory and Sabina Guzzanti, the artist who started the rumour with a Facebook post. Here’s are some examples:

——–

DIETRO ALLA XYLELLA NON C’È MONSANTO

L’ultima ridicola diceria che sta girando in Italia è che Monsanto stia diffondendo un orribile batterio (Xylella fastidiosa) che sta assillando gli olivicoltori italiani con il fine di vendere loro alberi di olivo geneticamente modificati (GM) resistenti al batterio.

Gente, ne sentiamo tanti di ridicoli miti su Monsanto ogni giorno, ma questa è davvero la cosa più assurda cha abbiamo sentito da anni. E’ pura propaganda per demonizzare tutti gli agrofarmaci. Vergogna a chi sta diffondendo simili bugie e propaganda!

I fatti:

  1. Monsanto non sta sviluppando olivi GM.
  2. In effetti Monsanto non fa affari nè con piante nè con semi di olivo in nessun paese. Il nostro business in Europa è focalizzato su sementi non GM di mais, colza, piante orticole e prodotti fitosanitari e non abbiamo nessuna intenzione di chiedere l’autorizzazione per la vendita di piante GM in Europa nel future prossimo.
  3. Di più, non abbiamo alcun prodotto fitosanitario nel nostro catalogo che ha come target il batterio Xylella fastidiosa.

In breve, non c’è nessuna ragione plausibile per cui Monsanto, i cui prodotti servono ad aiutare gli agricoltori, farebbe qualcosa che può causare problemi agli olivicoltori italiani.

L’epidemia che sta attaccando gli oliveti italiani è tragica e terribile. Alcuni agricoltori sono costretti a sradicare alberi secolari persino di 1000 anni per provare a interrompere la diffusione del batterio. Si aggiunge la beffa al danno quando delle persone diffondono falsità e dicerie che allontanano dalla necessità di trovare soluzioni reali ai problemi degli agricoltori.

L’Impegno Monsanto

April 23, 2015 update: La stampa italiana nel frattempo ha scoperto questa storia e pubblicato qualche articolo critico sulla Sabina Guzzanti qui l’a lanciata. Qualche esempio:

 

 

3 comments to No, Monsanto is not spreading a bacterial plague in Italy or developing GM olive trees / Dietro alla Xylella non c’è Monsanto

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>